La vera storia de 'gli Etiopi'

tornerà il futuro?

tornera il futuro

 

E finalmente ci siamo, nel 2009 è pronto il nuovo album.. ci siamo arrivati un po' a pezzi: il Bucc si vede sempre meno, così come Claudio.. nel frattempo Ska e il Balla diventano sempre più tecnici e si va così a costruire un doppio studio, da Ska e dal Balla: registrazioni su piste separate, mixaggi professionali, ottima post produzione.. e il disco è fatto.

Si tratta del bilancio dei primi 40 anni, come già detto più volte. Sono 16 brani inanellati in un racconto unico, amaro e divertente allo stesso tempo: si passa dal rock, al funky, alla musica greca, alla salsa, a ritmi arabeggianti alle ballad gucciniane.. ogni brano una tappa percorsa nella nostra vita, e quelle che ancora ci attendono sono sintetizzate nelle ultime due canzoni, 'Fanculo al Mondo e Morire di giovedì..

La produzione del disco viene funestata da un tragico evento: nella notte estiva del 2008 ignoti si introducono nello studio di Ska e gli rubano la Stratocaster, sua mitica compagna per oltre 20 anni.. il retro di copertina del CD è dedicato al ladro, ripreso dalla web-cam e mai identificato (anche se sembra Cavotta..!!). Sempre al ladro sono dedicate le parole di commiato del gruppo, che promette di andare a cagare sulla sua tomba..!!

Ma basta parlare, il disco (è proprio il caso di dirlo..) si commenta da solo...

tornera il futuro

Finita la fatica, di getto, nel giro di poche settimane, ormai assuefatti al nuovo metodo di registrazione, registreremo un album con tutte le vecchie chicche demenziali rivisitate e con qualche inedito. Ritroviamo così: un Cappuccetto Rosso completamente rinnovato in veste quasi jazz; Ramaya nella versione di Gianluca, il quale interpreta anche Un dì che camminavi in de per mi, primo pezzo in assoluto del gruppo e Amore Bislacco; le Rane mangione in una nuova veste ritmica; Bungalow, Un amore vere (Pino e Nunzia), Sotto il Ponte di Baracca (con il Fabro nel coro), Bambola di Gomma, Don Gaetano, Swp, Femore, Gutalax (live!!), Ippopotamo Gervaso, Quando ero piccolo e Blue Moonboot (con un grande Bucc..), Cacca di cane, Canzone Tango, Tegucipalpa, Zoombie, W le suore.

tornera il futuro

Inediti sono Fiori e bignè, triste lamentela di un innamorato scornato che alla fine sfancula la fidanzata: “Non puoi umiliare così il tuo uomo / sarebbe corretto chiedessi perdono / occorre che allora mi faccia deciso / se penso agli amici mi sento deriso / perciò non si può andare avanti così... / non spendo più i miei soldi per te / piante, gioielli, fiori bignè / con il freddo che c'è... / solo marron glaçés.......Marron glaçés, li ho qui per te, no... non mi costano niente, sai.. il freddo l'attesa..., si, va, scendi, scendi che ti faccio assaggiare 'sti marron glaçés...

e Dentista, cabarock di annata, disperato canto di un paziente scontento e innamorato.. “sono incazzato nero col dentista perchè mi ha messo il ponte all'incontrario..

 



top


gli Etiopi gli Etiopi
una scelta coraggiosa
etiopi@etiopi.it
privacy Policy